Nel corso dei tre anni ogni dottorando dovrà acquisire 180 crediti (60 per anno). I crediti saranno di due tipi:

  • a) crediti relativi all'attività di ricerca (in numero compreso tra 150 e 160)
  • b) crediti relativi all'attività didattica (in numero compreso tra 20 e 30).

Attività di Ricerca

Sviluppo di una ricerca originale su una delle tematiche previste dallo specifico corso di dottorato, sotto la guida del tutor. I tutor sono assegnati dal competente Collegio dei Docenti sentito lo studente e tenuto conto dei vincoli posti da eventuali borse tematiche su specifici progetti. Almeno 1 dei tutor deve essere un docente strutturato afferente a uno dei settori scientifico-disciplinari coinvolti nel Dottorato. 1 credito corrisponde a circa 25 ore di lavoro (attività di ricerca, ricerca bibliografica, studio connesso all'attività di ricerca, stesura di articoli o relazioni, stesura della tesi, partecipazione a congressi, etc.)

Attività didattica

Si divide nelle seguenti tipologie:

  • A) Corsi di 4-6 ore tenuti da esperti italiani o stranieri di particolare rilevanza, programmati su base annuale dal Collegio dei Docenti. Ogni corso di questo tipo comporta 1 credito.
  • B) Insegnamenti specifici attivati dal Dottorato o dall'Istituto Italiano di Tecnologia (o mutuati da altri Dottorati dell'Ateneo). 1 credito corrisponde a 7 ore di lezione. Ogni insegnamento prevede una verifica finale. Questi crediti vengono acquisiti di norma nei primi due anni. In allegato trovate un elenco dei corsi attualmente attivati.
  • C) Partecipazione a seminari (almeno 16 nei tre anni), corrispondenti a 2 crediti. I seminari non prevedono esame finale. La frequenza ai seminari deve essere certificata.
  • D) Scuole nazionali o internazionali per dottorandi, o giornate di studio. Per ciascuna scuola o giornata di studio, il numero di crediti viene assegnato dal Collegio dei Docenti, in funzione della durata e del livello.
  • E) Preparazione ed esposizione di seminari tematici (1-2). Tali seminari sono sottoposti a valutazione. Ognuno di essi corrisponde a 2 crediti.
  • F) Frequenza a insegnamenti (o a parte di insegnamenti) di una laurea magistrale dell'Ateneo. I crediti vengono determinati secondo quanto previsto dal Regolamento o dal Manifesto del corso di laurea magistrale. L'acquisizione di questo tipo di crediti è raccomandata qualora sia considerata indispensabile al dottorando per il superamento di lacune culturali che pregiudicherebbero lo svolgimento della tesi o la proficua frequenza degli insegnamenti specifici del Dottorato. Questi corsi di norma vengono seguiti durante il primo anno.

Per ciascuna attività didattica (da A ad E), nell'arco del Dottorato gli studenti devono raggiungere un numero complessivo di crediti compreso fra un minimo ed un massimo riportati in Tabella.pptx

Norme Varie

Trovate in allegato il Regolamento di Ateneo, dove si possono reperire utili informazioni sulle regole da seguire (per esempio come chiedere autorizzazioni per soggiorni all'estero; come usufruire di periodi di congedo; le regole relative all'esame finale, alle ammissioni ad anni successivi al primo; i cumuli di redditi da non superare per poter usufruire di borse etc.